venerdì 1 agosto 2014

STRADA SERENA


La strada serena s'avvolge
intorno al monte che da questo fiume, 
pacifico e brullo in solitaria ascesa,
s'innalza tra pioppi e frassini.

Qui seguo ogni giorno l'eco
dei miei passi, geloso se qualcun altro
incontro che lo stesso 
mio cammino percorra e che
mi rubi anche solo una piccola parte
della mia solitudine d'oro.

In questo silenzio che mi fingo
io vado parlando
alle acque, al cielo, alle 
erbe che incontro ed agli insetti
che vivono nascosti
il mio linguaggio di parole
gesticolate, mute,
solo pensate.

Qui tu non vieni.

Ti lascio ai tuoi scarni pensieri,
ai contatti di ruvide cortecce
e di foglie d'erba
che calpesti a piedi nudi
mentre ti allontani da me,

che impenitente
proseguo la salita intorno al monte.


Maximiliansau, 31 luglio 2014


***

10 commenti:

  1. Mi chiedo chi sia la persona che ti lasci alle spalle mentre sali lungo il tuo sentiero...
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È detto in senso indefinito. Sono parecchie ste persone, credimi.
      Un abbraccio anche da parte mia.

      Elimina
  2. Parlare in silenzio parole soltanto pensate.
    Clicco sul "mi piace" virtuale.
    Saluti belli per un fine settimana di sole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi capita da una vita di parlare in silenzio parole soltanto pensate e mimate, micione.
      Grazie per i saluti belli, ma il fine settimana è di....cacca. Negro il cielo come pece e tuonante da lontano e lampante da qualche parte non tanto lontana.
      Ciao micione.

      Elimina
  3. Mi piace quell'essere gelosi dei sentieri in solitaria. E' una storia vissuta a Ponza, quando mi ficco su tracciolini che la folla da spiaggia neanche immagina...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi sai quanto disturbi la presenza caciarona di un paio di turisti -nel tuo caso- o di amanti del loro bruttissimo cane, che sembra abbia la rogna e che ti viene ad annusare la punta delle scarpe e tu pensi sommessamente "se questo adesso mi ci piscia lo calcio alle stelle". E poi dover sorridere alla coppia di barboni che gioisce del fatto che la puzzolente bestia ti abbia eletto a suo amico. E la concentrazione se ne è andata a puttane.
      Terrificante franco, terrificante.

      Elimina
    2. Subentra un egoistico ma esaltante "tutto tuo" che ti rende padrone di, almeno quel mondo, e per quel periodo. Un lanciafiamme pure a me!

      Elimina
    3. Egoistico sì. Me lo sono posto il problema e l'ho risolto dicendomi che semel in anno licet insanire e almeno quando si è soli con se stessi è lecito essere egoisti, quando poi questo egoismo non nuoce a nessuno.
      Bene, siamo già in due col lanciafiamme. Chissà che non si aggreghi qualcun altro.

      Elimina
  4. Ciao Vincenzo!
    Meravigliosi sono i sentieri in solitaria dove nessun altro dovrebbe inoltrarsi perché abbandonati alla mercè di se stessi nella speranza che non ritrovino le nostre orme
    Non smetti mai di stupirmi ! Grazie
    Un abbraccio amico caro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dicevo sopra a franco battaglia quanto mi disturbi -e sembra non soltanto me, ma tutti coloro che cercano sentieri solitari- l'intrusione di pervicaci disturbatori della quiete altrui e dell'altrui sommessa contemplazione del proprio io nascosto. Sembra lo facciano apposta, perché non soddisfatti di averti mandato in orbita i maroni, si dimostrano così solleciti nel tentare di tenerti compagnia, quasi pensassero "poveraccio, così solo, aiutiamolo un po' a divertirsi insieme a noi".
      Li ammazzerei con il lanciafiamme, tutti.
      Un abbraccio lunghissimo a te.

      Elimina