sabato 19 marzo 2016

OMAGGIO A ELISA BALZANO E NON RICHIESTO


Mi ammucchio e mi stravacchio,
mi aggrufolo e mi spacchio,
mi incursunvicchio e stracchio,
ognora murcico e m'inculpacchio,
ignoto al quarcico scirippacchio;

ti orquatero e ti sbacchio pappo pappo,
m'arincuscello e t'arinficchio il mappo,
broncircoscupio e t'arruscello il cappo,
e del borcame inviluppicchio il tappo,
e poi mi abbuzzo il prappo;

ciorcica e rachida la scupranza trozza,
ciufula il guarpo e mirtica la sbozza,
io crativillo e smorcico la crupiata strozza,
tu strascica la ruccia e poi stracozza,
gaudendo erpicamente in bolla e bozza.



Maximiliansau, 19 marzo 2016

36 commenti:

  1. Bell'esercizio metasemantico☺annika

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto mo? Ci sei riuscita a pronunciarlo tutto fino in fondo?
      BBBravisssima.

      Elimina
  2. Chi è questo fenomeno di donna che ti fa ammucchiare e ti spacchia ti incursunvicchia e stracchia?
    Posso sperare di farti scirippacchiare un tantino?
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma non ti sei accorta che tu stai "gaudendo erpicamente in bolla e bozza"? E da un bel pezzo anche, Cris :-)))

      Elimina
  3. Un non-sense applicato alla lingua italiana, divertente e piacevole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me ne è venuta voglia guardando un video dove Giggi Proietti leggeva "Il Lonfo", una bella poesia metasemantica. Mi sono ricordato che taaaanti anni fa io e la mia cerchia di amici di allora ce le dicevamo una mattina sì e una pure. Le mie poesie erano le più apprezzate e quelle che facevano ridere di più.

      Elimina
  4. Non saprei se dirti che sei sfortunato! oppure sfortunato!!!
    con una donna così non ti trovi mai in silenzio:)
    Ciao e buona domenica caro Vincenzo.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E questa cosa grave gravissima è.
      Ciao Tommaso e buona domenica anche a te.

      Elimina
  5. Ma chi è Elisa Balzano? Che ignorante che sono...
    Davvero divertente Enzo, mi posso stravacchiate pure io?
    Bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh che ti succede, Mariè? Balzano e non richieso è l'omaggio. Sto ancora ridendo. Ciò petté.

      "Quadica, strafaloppila e sciorchinnala,
      puppala tutta sta mbracata pinna
      carussela potenno struppaminna,
      incurgnazzela e buzza sta cannala.
      Ciuccica il mitillazzo strupulento
      gnucca e ranfula solo suttuvento."

      E questa è solo per la sorellona della sorellina di Maria, tiè.

      Elimina
    2. Ho avuto un attimo di bolla d'aria nel cervello...
      E le particelle di sodio si sono allontanate un momenticchio.
      Bacio eh.

      Elimina
    3. "Ti sbrulacchia il capoccione
      zumparisa al mordaccione
      della cantica invariata
      sfrugulenno una frittata,
      e la bolla va al papato
      circoscritto e ripudiato
      ti ruvena un momenticchio
      branca il cor dentro lo spicchio"

      Bacione.

      Elimina
  6. Chi è questo fenomeno di donna che ti fa ammucchiare e ti spacchia ti incursunvicchia e stracchia?
    Posso sperare di farti scirippacchiare un tantino?
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto che tu insisti ti dedico questa:

      "Ciorcimi e sbrullami catafircando il ponso.
      Non iggnuccarti in mirchiomi fellusi
      ma cuca innante lo strabucco lonso
      ante che li scurgiassi s'arrifusi.
      Purcula il nortico strafaccame incurto
      fianca lo sciattapinfa quanno è curto."

      Ti piacque? Questa è tutta per te.

      Elimina
  7. " alla faccia del capocollo" (cit)
    ma è così complessa la faccenda con Elisa Balzano?
    comunque bellissima attorcilingua, mi ti immagino a recitarla e, penso che mi piacerebbe moltissimo vederti/ascoltarti.:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E mo siete in due! A Sirviaaaa...balzana è un aggettivooooo.
      Elisa me lo so inventato e nun potevo scrive "Per Elisa" sennò me la dovevo pure da cantà e da pagacce li diritti e li rovesci.

      Questa è pe te:

      "Purquacquela impacioso e grignisciorto
      furfuramente marconpito e arbostico
      sbrunzulomarco gnacquerato e sgorto
      urqua lo passo tuo fusse tancristico;
      mazunqua fellomante e grignacioso
      sbrudutamente inzimporcato e accioso."

      Va recitata con la voce di Vittorio Gassman perché rende di più, vuoi mettere, venendo dall'oltretomba.

      Elimina
  8. Uhhh ... te lo sei 'nventato te ??? Beh ... l' istinto virile checcjài t' ha fatto 'nventà 'na bbonazza ( parlo de @Elisa Bbarzano ... ) che levete, e io a questa sirfide, 'na 'nguacchjiata jè la darebbe mooooorto volentjeri !!!
    Me dichi che a forza d' inseguì le bbonazze me poterebbero dà der maschilista ??? E me lo dassero pure, ma 'na bbonazza resta 'na bbonazza e, a 'sto monno farlocco, 'n ommo e sempere 'n ommo ! :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A Bru stamme a séntere

      "La bonazza se strommazza mircia er popolo la strazza,
      struppa e inciucca sta bonazza quanno scura e quanno appazza,
      ce volemo sonà er crompo ce mettemo puro er ciompo
      se portamo a tutta strazza la bonazza che se sprazza,
      che se poi volemo er garpo je torquemo er gozzo sprompo
      mo te aveggio e m'ariscanto te saluto e t'ariagguanto."
      Ciao Bru.

      Elimina
  9. A me piace di più "non richiesto"...ahahahah...sai è omo...
    Ma dove le trovi tutte queste idee?!?!
    Buona serataaaaaaa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso lasciare senza un componimento la sorellina di Maria. Questa è per te:

      "Struccugnacca, spirabacca, strumpafinca
      e scirillacca zurchertuosa mirabuzza
      lancistrana e stivorcuzza.
      Qui ti sgurgolo e ti quaccio
      mollo il pincolo e stroppaccio,
      frigo il setolo e mi squirco
      alluccomeno lo sbirco,
      curco, mirco e prassillacco
      inculbenzo il pirco stracco,
      parci, trocci e mucomieri
      mentremente zuppolieri."

      Buona giornataaaaaaaaaaaaaaaa....

      Elimina
    2. Vincenzo sai chi mi ricordi?
      Peter Pan...ciaoooooo...

      Elimina
    3. Peter Pan? Il sogno di ogni bambino della generazione dopo la mia, ma mi riprendo quello che mi fu tolto dalla stupidità di certi uomini che giudicavano osceno un linguaggio che non fosse al 100% italico romano.

      "Peter sgurcola l'oriente
      s'arrufacchia l'occidente
      vola in alto al cappo roco
      tufa il verso al mucopoco,
      frigna, strippa, surga, zippa
      saltellando s'infinpippa."

      Ciao sorellina di Maria.

      Elimina
  10. Risposte
    1. Allora Silvà, butto giù come viene viene...giuro

      "Carco pricco fracco strocco
      S'arriluppa al cappo spocco
      ciurcio il fimoro felluso
      frontarmente il tubbo sfuso;
      qualleroso e pintamante
      spinoloso e sequestrante
      mi arruficio e tu mi scurcoli
      io mi squaccio e tu ti murcoli."

      Non mi pare tanto male, la lascio. Ciao.

      Elimina
    2. E che te posso di'? Arimitico!!!

      Elimina
    3. Silvà, la sintesi è una delle tue migliori qualità. Sei bombastica.

      Elimina
  11. Ciao Enzo ...dove sei andato a prendere tutte queste parolone ..mi sembra una filastrocca..per imparare ad usare le doppie ....non ho quasi capito niente...ma la musicalità mi piace ...quanta fantasia hai ...sei un fenomeno ...
    un caro abbraccio ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bianca, in tuo onore cercherò di ottenere lo steso risultato auf deutsche Sprache. Non so cosa uscirà fuori, non volermi male, bitte.

      "Kuchelmilchen und wasserkorben,
      schusterminkeln und Kasparmorben
      sind die Mürgelziglikeiten deine Sorgen
      an die Grenzen des vorkorgen;
      krübbeln, würzen, kritzen, vorgen
      bis die Blitzigkeiten porgen;
      Nichtkerligkeiten,
      Vollblitzerkennung,
      unarmenkochen,
      vielmehrunterfroken"

      Oh Dio, ce l'ho fatta und ich bin stolz darauf.
      Ciao Bianca.

      Elimina
    2. caro Enzo.deine Prüfung hast Du erfolgreich bestanden...
      viele Komplimente ..Du bist ein Wortsgenie ...
      mi è biaciuta moltissimo ..è molto carina e spiritosa
      Ti auguro ancora una dolce serata ...
      Ich umarme Dich....ciao

      Elimina
    3. Mein Gott, ein Wortsgenie wäre ich Deine Mainung nach!
      Ma grazie. Ich umarme Dich auch...ciao.

      Elimina
  12. L'ho letta e riletta più volte,devi pazientare non ho capito quasi nulla,e mi anfratto nel pindarico non possedendo ali.

    Buone festività

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stai attento: se non hai capito nulla vuol dire cha hai capito tutto. Lascio a te la libertà della conclusione, certo che ci arriverai ben presto.
      Una logica c'è, per esempio perché mi è venuta in mente sta roba proprio adesso?
      Buone festività pasquali.

      Elimina
  13. Buona Pasqua Vincenzo!
    A te ed alla tua splendida famiglia, abbraccio. Smack!

    RispondiElimina
  14. Che amica del menga sono! Mi sono dimenticata di te o meglio mi sono dimenticata di farti gli auguri di buona Pasqua! Sono davvero un'amica del c+++o lo so, me ne rendo conto da sola... Ma so anche che tu mi perdonerai, vero che mi perdoni? Nella speranza ti faccio gli auguri di una bellissima Pasquetta a te e a chi ami. Baciobacio
    PS più tardi vengo a leggere e a godermi la poesia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi pare di essere passato ieri o l'altro ieri dal tuo blog per farti gli auguri. Sapessi quante cose dimentico io. Sono distratto per natura, tradizione e convincimento. Ho fatto certe figure di merda per aver dimenticato cose fondamentali.
      Comunque ricambio gli auguri di Pasquetta.

      Elimina