sabato 29 dicembre 2012

CENTOMILA EURO AR GIORNO

Lo scrivemo in dialetto romanesco perché me farebbe schifo in lingua taliana. Allora avete capito bene: un giudice der cazzo ha sentenziato, leggenno drento er libbro de la legge che cià lui che na certa signora, se fa pe dì, se becca er divorzio dar marito suo e je se porta via la bellezza de 100.000 cucuzze (ma so euri e non cucuzzette) ar giorno pe tutta la vita.
E che se deve da magnà sta pora stella?
E che se deve da comprà sta zoccolona?
E che ce deve da pagà sta gran fja de na mignottona?
Mo, cercamo da capisse: io nun so solidale cor marito, che me sta puro sur cazzo pe via de certe cosette che sapemo; dico che a lui je sta bene così s'impara a mparentasse co le troiette, che poi je se magneno er fritto co tutto er sugo.
Nun ce l'ho nemmeno co la zozzona che sti sordi se li pia e nun pensa a quanti rigazzini der terzo monno (e puro der seconno, e puro de casa nostra) si potrebbe fa da magnà e falli campà bene co tutti queli sordi, e nun falli morì piccoli piccoli cor capoccione e la panza sempre gonfia de gnente, ma nun lo so perché sti rigazzini che nun magneno cianno sempre er panzone. Nzomma sta femmina nun pensa a quanti poveracci oggi ne st'Italia rovinata nostra campeno co 500 euro ar mese, quanno che ce l'anno, nun ce pensa sta schifosa e se li pia, ma io dico che si uno ce nasce stronzo, stronzo ce more, e si una ce nasce zoccola zoccola resta.
Allora co chi te la pii? Voreste da sapè.
Io me la pio co quell'infame de giudice der cazzo che sta sentenza ha scritto.
Statime a sentì si ciò torto o ciò raggione:
io dico c'è la legge, e vabbè famo finta che è uguale pe tutti.
La legge dice che la donna che divorzia pe corpa der marito cià raggione e deve da mantené la vita che faceva prima ne li 22 anni der matrimonnio loro. Sarà puro vero, ma tu giudice de merda nun te rendi conto che sessanta mijoni de italiani te stanno a guardà e te stanno a sentì, e che tu stai a parlà a na nazzione de precari, de gente che s'arza la matina e nun sa se quanno torna a letto la sera ciavrà ancora quela monnezza ar mese, ma te pare che sta gente deve da sentì sta cifra che nun vedrebbe manco si campasse cinquecentanni?
Brutto fio de na gran mignotta, ma nun te tremava la mano quanno che la scrivevi sta cifra sur libbrone tuo?
Ma, dice lui, la legge dice che...e tu ficchetele ner culo la legge tua. Raggiona cor core e cor cervello: nisuno ariesce a spenne 100.000 euro ar giorno manco si parte a razzo a la matina a le cinque fino a mezzanotte, solo a comprà e poi fasse na magnata co l'amichi sua, nun ce la fa e doppo du giorni sta pe tera co la lengua de fora.
Puro stra strappona, che faceva la subbrette co quer cacini che poi s'è sposata e poi lui è diventato padrone de Mediasette e poi padrone de sta nazzione de mezze carzette, puro lei che ciaveva solo un ber culo e na bocca da pompini, puro lei dovrebbe da schifasse de pialli tutti sti sordi e facce npò de beneficenza, ma cor cazzo! lei se li tiè e se li magna e si fa mette drento la cassa d'oro quanno che more, li mortacci sua.
Ma quer giudice cacciatelo via e rifate la legge, signor Monti, che moi t'avevmo capito che nun aderi santo, ma puzzone come quelli che te stanno lì vicino. Mo che l'arivinci er posto de capoccia falla rifà sta legge,c he er monno sta a sbuzzasse da le risate a le spalle nostre.
Basta, nun parlo più me viè da piagne e io nun so un precario, ma so un poveraccio puro io, che 36 mijoni in un anno nun li guadagna nisuno, solo sta strappona, che a magara co quer giudice ce fa puro robba.

41 commenti:

  1. Risposte
    1. Scusa Mariè si nun so d'accordo stavorta: 92 minuti de pernacchie e de vaffanculo.
      Nun te paresse mejo?

      Elimina
    2. A lei e all'ex marito sicuro, ma i 92 minuti di applausi sono per te e per quello che hai scritto.
      Io ci aggiungerei anche una standing ovation, sempre per te!

      Elimina
    3. Grazzie, ma nun me la merito. Ma se propio insisti me la pio sta standighe ovazione.
      Ciao, bella, a vorte voi der blogghe amichi mia me fate propio resuscità.

      Elimina
  2. Novantacinque, qua la mano, e nun ne parlamo più.
    Forte e chiaro, mejo en romanesco, che er Belli e er Trilussa ce passano er tempo a vede come semo conciati.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già co te se capimo de più.
      Sì mejo er romanesco, nun vale la pena de scomodà Dante e Petrarca, basteno Belli e Trilussa pe sti porconi.
      Ciao gattone, ciao.

      Elimina
  3. Ognuno ha le leggi che si merita... Paese di merda, legge di merda!

    Buon 2013. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E ciai raggione, e chi te pò di gnente.
      Ma semo sicuri che dovemo da annà avanti sempre così?
      Nun sarebbe mejo na bella rivolluzzione, magara silenziosa, tipo mo viè er voto e noi nun ve votamo.
      Votanti 5% (li crumiri ce so sempre)
      astenuti 95%
      Nun pensi che sarebbe la fine loro?
      O ce sarebbe er solito Napolitano che ciarimette quel prete spretato de Monti a presidente der consijo?

      Elimina
  4. Be non li avessero assegnati a lei quei milioni sarebbero rimasti nella tasca del marito uguale uguale, ora dico dove sta la differenza ? o lui o lei non cambia un cazzo per i precari, i disoccupati e per i bambini del terzo mondo.
    Non è tanto la legge che è sbagliata, il giudice ha deciso in base alle possibilità economiche di quello lì

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, cocca no! E me cojoni! Ner senso che siccome lui, er zombi nazzionale, cià li sordi mejo si li dà a quela zoccolona che tenesseli lui.
      Nun m'ai convinto.
      Mejo de tutti allora se er giudice der cazzo lo costringeva a dà li sordi pe opere sicure de bontà e de carità cristiana, a queli pori rigazzini che se moreno de fame, tanto pe dì e no a lei che invece ce se fa er bagno drento a la matina come Paperon dei Paperoni. Ma io a quella er bagno je lo farebbe fà ner piscio de li somari e de li majali, je lo farebbe fà.

      Elimina
    2. Enzo lo so che ti fa incazzare vedere tutti sti soldi nelle mani di una sola persona, però ciò che dici non è giusto il giudice era li per una causa di divorzio, doveva giudicare solo quello, non poteva fare ciò che dici.
      Sarebbe come se un professore di matematica a cui consegni un compito in classe esemplare ti abbassasse il voto perchè in storia non te la cavi bene.

      Ma poi perchè mai ti scaldi tanto solo ora? Si sapeva che quei due insieme o separatamente si puliscono il culo con foglie d'oro. A me non da fastidio che abbiano i soldi, mi da fastidio quando con questi pensano di poter passare su tutto e che tutto gli sia consentito.

      Elimina
    3. Sono d'accordo. :)

      Ciao.

      Elimina
    4. @ Lillina -Io m'incazzo perché una legge fatta da chi cià tanti sordi consente che in una causa privata ci si debba scaldare perché si arriva a cifre da ignominia. Ma chi li spende 100.000 ar giorno? Ma nun gne ne bastaveno 10.000, che so la penzione de gente cha lavorato na vita de sofferenze. Pe questo m'incazzo e perché so che ne sta nazzione nun succederà mai gnente de bono.
      @ LeNny -Se po esse d'accordo a sta condizzione, ma poi ce ripenzi e t'incazzi puro tu, lo so, perché c'è gente che er natale l'a fatto co li facioli a casa sua, antri come sti cornuti è ita a Pariggi a Madridde, a Nova Yorche ne li hotelli a cinque stelle.

      Elimina
    5. Enzo mettiamola così, giusto per scherzare ovviamente mette che tu riempi di corna tua moglie e sei tipo il gemello molto ma molto più povero del signore di cui si parla, metti che a tua moglie il giudice dice che le devi dà 3000 euro al mese o per essere più realisti diciamo almeno 1000, poi esce che ne so una tizia Lillina che essendo disoccupata sti 1000 euro non li vede manco sognando ed inizia a sparare a zero su di te solo per il fatto che secondo la sua metrica sei ricco visto che ti puoi permettere di dare a tua moglie 1000 euro al mese.

      Ora dico premesso che te i soldi te li sei guadagnati che diritto ha Lillina di sparare giudizi su di te?

      Vincè quelli hanno i soldi fattene una ragione, in Italia se li tengono stretti perchè come sai lo stato di patrimoniale non ne vuole sentire parlare...quindi sa che mi frega a me se quei milioni restano nelle mani del marito o della moglie..un...***

      Elimina
    6. Lillì, sei tanto carina, ma er paragone tuo nun regge. Ciai raggione: 1000 euro ar mese pe na mezza zoccola sarebbero troppi pe sta Lillina che nun li vede manco cor binocolo, ma sarebbero sempre una somma, come te devo da dì, umana, da gente terestre, me capischi? ma 100.000 ar giorno è na somma disumana, è ma bestemmia, è un carcio ne le palle de tutti li poveracci cha la matina se butteno dar letto a le cinque pe pià er tranve e poi fassela a piedi fino a la fabbrica loro e poi schiumà de fatica fino a sera per no stipendio de fame.
      Perché semo italiani, semo boni de core e ciavemo pietà pe li delinquenti, sì puro pe loro, perché poveracci stanno ar gabbio e mjica ponno sortì pe natale e capodanno.
      Se fussimo che te devo da dì de n'antra nazzione io dico che già ce l'avevimo messa la bomba drento ar culo a sta gentaccia infame.
      La patrimonniale nun la faranno mai, perché tanto lo sanno che si la fanno sti fij de na troiona li sordi li porteno tutti nde sti paradisi fiscali, quindi...cercamo de volesse bene armeno noi, Lillì.
      Comincio io: te voio bene e ve voio bene a tutti.

      Elimina
  5. Vincenzo non lo sappiamo che ci farà lei con questi soldi, magari tanti vanno proprio a quei ragazzini che dici tu, che ne sappiamo?Quello che è difficile da capire è l'enorme cifra che prende la signora al giorno!Io la guadagno in quattro anni di lavoro!Ma quanti soldi ha Berlusconi?
    Buon 2013!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nun ce credo che li dà in beneficenza, la beneficenza l'ha fatta a lei stessa.
      WQuanti sordi cià cià, so li sui.
      Quanno che ancora nun era ancora in politica un certo D'Alema sosteneva che bisognava faje un monumento al Berlusca pe le decine de mijara de posti de lavoro che dava all'italiani.
      Poi adè entrato a fa er politico e l'interessi sua e tutto è cambiato.

      Elimina
  6. Mi piacerebbe conoscere la tua sentenza, chiaramente con un minimo di rigor di legge, nel frattempo mi sto attrezzando per trovare l'indirizzo o il numero telefonico della bella Veronica. Chissà, chi di spada ferisce.....
    Ciao Vincè, buon 2013.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia sentenza: te la do immediatamente. Per 22 anni di matrimonio un indennizzo di 10.000 euro al mese, che fanno 120.000 all'anno e cioè 2.640.000 pe esse stata vicino a un omo che je metteva corna a profusione, doppo 10.000 euro ar mese. E sarebbero pure troppi.
      Provice co la bella Veronica, faje le belle mo cià tanti sordi da spenne e nun sa come, daje n'idea...:)))
      Ciao Rosà, felice 2013.

      Elimina
  7. no Vince' perdonami ma non me la prendo con quel giudice
    che non fa' altro che applicare la legge...
    alla fine "per la legge" sono soldi suoi che gira a lei;
    io me la prendo piuttosto perchè è "per la legge" che quei
    soldi sono suoi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu continua a fa er filosofo, però ammetti che nun è na cosa seria.
      Se io te metto in mano 100.000 euro ar giorno e te dico che me li devi da spenne tutti, compranno o investennoli sempre in cose diverse, tu ar terzo giorno te fermi e rinunci, perché proprio nun se pò. È la legge che è sbajata e va rifatta.
      Ciao Riccardì.

      Elimina
    2. non solo ammetto ma sostengo che non è una cosa seria...
      nel suo caso che da fastidio è la quantità esagerata di
      soldi che sono in gioco... ma non la legge.
      Nella fattispecie non è stato fatto altro che adeguare la
      somma al caso.
      Che rode è il sapere come sono saltati fuori tutti quei soldi.
      Ciao Vince', nun ce pensiamo che è meglio.

      Elimina
    3. Ciai raggione, Riccardì, nun ce pensamo.
      Tanti auguri pe l'anno novo. De core.

      Elimina
  8. Sicuramente cambierà qualcosa in sede di divorzio, anche se mi auguro di no. Purtroppo il giudice, convengo con Lillina, non poteva fare diversamente. O a lui o a lei sti sordi. Meglio a lei tanto lui li avrebbe spesi per le "nipoti" di qualche politico estero. Per il resto speriamo che lei oltre a giovani amanti, feste e botulino sappia spenderli anche per il popolino.
    E cmq per tutti gli anni di sopportazione, 'fanculo, quei soldi se li è meritati, peccato che molti siano usciti dalle nostre tasche per entrare in quelle del Berlusca....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'urtima frase è vangelo Ai, la metà de queli sordi che mo se pappa lei so li nostri, ha capito?
      Se deve cambià la legge e mette un tetto umano e no extraterestre.
      Ciao, e tanti auguri puro a te.

      Elimina

  9. Solo soldoni per la ex moglie,niente capitale,quello rimane mentre la cifra enorme ha un limite perché pure lei non è eterna. L'omino nonostante tutto il denaro che possiede rimane sempre e comunque un gran pezzo di cacca che mira al potere per fare i cavolacci suoi e l'unico modo per liberarci di lui è metterlo in galera ma rimarrà solo un sogno…
    Concordo,le leggi vanno cambiate troppe ingiustizie e tutte a carico nostro.
    Ciao Vincè Buon Anno nuovo,sperammo che cambi né

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordiamo tutti, ma chi le cambierà ste leggi?
      E l cambieranno in meglio, o come sempre capita a favore di una qualche casta? Quale? Ce ne sono tante, basta scegliere.
      Grazie e altrettanto auguro a te, Claudia.

      Elimina
  10. Risposte
    1. L'avevo capita. Sei scusata, ce mancherebbe.:D

      Elimina
  11. Buon 2013 Vincè!

    Poi ci racconti come sta andando con i lavori di ripristino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per il momento tutto tace.
      Grazie per gli auguri che ben volentieri ricambio.
      Ciao Mariè.

      Elimina
  12. Ciao Vincenzo,
    Buon Anno!!!!!!

    Ma Vincè, scusa, ma ti rendi conto,
    credo che se qualcuno mi facesse conoscere il B., lo ammalierei ben bene per farmi sposare, poi divorziare e farmi pagare molto di più. Credo proprio che ci riuscirei!
    Credi che ci sia rimasto qualcosa anche per me???????

    Acciderbolina, l'avessi conosciuto prima...

    La Spia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, contraccambio:D

      Basta che tu sia ben polputa e di coscia lunga, con un sorriso accattivante e tanta, ma tanta, buona volontà e puoi provarci.
      Se c'è rimasto ancora qualcosa?
      Acciderbolina, vai tranquilla ché lo sa lui come farli uscire fuori i dané.

      Elimina
    2. Haaa!!! Ma io non somiglio molto alla signora in questione, nè fisicamente nè di testa, è un problema questo??? Naaaaa...(Hepburn è il mio mito).

      La Spia

      Elimina
    3. Mamma mia quanto mi piaci! La signora Veronica Lario ex in Berlusconi è un tantino abbondante di fiancheggio e ben polputa nelle labbra sicuramente rifatte, poi di rifatto avrà anche altro tra poco. Pensa a quante cose si può far rifare con 100.000 euro al giorno: lunedì l'alluce destro, martedì quello sinistro, mercoledì la chiappa sinistra, giovedì quella destra, venerdì...la parte centrale, sabato il gargarozzo e domenica riposo come un certo Dio, cui lei per 22 anni era abituata.
      Che tu non somigli a costei né di fisico né di testa è un problema risolto.
      Hepburn è stato uno dei miti della mia giovinezza, l'altro era Ava Gardner e poi il mito di tutta la mia generazione e le seguenti: Sophia Loren.
      Vabbè era l'opposto della Hepburn, ma vuoi mettere?

      Elimina
  13. Ciao Vincè!
    Passo per un saluto e un sorriso! ^_________^

    RispondiElimina
  14. Vincè, sei uno dei pochi (anzi, direi l'unico) che anche quando dice una cosa con cui non concordo, mi piace leggere, ma dico pèdd'avero, come diresti tu o al'adavaer, come diremmo qui. Su giudici e leggi, soprattutto le seconde, ci starebbe un sacco da dire, tipo che un giudice può interpretare la legge ma non può cambiarla ma questo lo so che lo sai e lo so che ti incazzi un bel po' ma, la sai una cosa? Sicuramente sono d'accordo che con quella cifra si potrebbero salvare tante vite e questo mi basta, insieme al fatto che è sempre un piacere venire qui a leggere.
    Mi spiace un sacco non riuscire a smaltire i post che ho accumulato :(

    Un abbraccio di buon anno dalla Puglia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Innanzi tutto un felice, anzi splendido anno nuovo.
      Tu sei uno di quelli che commenta poco, ma dice sempre cose interessanti, forse perché sei pugliese e io ne ho conosciuti da Lecce a Brindisi a Bari a Foggia a Bisceglie a Taranto, una quantità, e tutti buoni (e buone le ragazze in senso pulito non doppio). Gente che quando parla la devi stare a sentire attentamente, onde non perdere nessuna sfumatura di un dialetto molto ricco, e sottintesi continui. Per questo mi piacete voi pugliesi, perché parlate sempre con almeno due doppi sensi, esattamente come noi romani.
      Per quanto riguarda il senso del tuo attuale commento non può che farmi piacere apprendere che anche se non concordi ti diverti a leggere quelle cose che scrivo io. Un bel complimento mi fai.
      I giudici applicano le leggi e non possono cambiarle e io mi ci incazzo, come hai capito tu.
      Ma mi incazzo perché questa legge, ed altre ancora peggiori, non viene cambiata dal legislatore, ma tutti di destra e di sinistra, di sopra e di sotto se ne fregano. Questo mi fa incazzare ancora di più, come sai.
      Lo sapevi tu che con 20 euro al mese si salva non solo un bambino, ma si dà da mangiare a tutta la sua famiglia? Come può questa gente fregarsene così di tante vite umane sprecate perché il loro spermatozoo fecondante non ha avuto la fortuna di capitare nei coglioni giusti?
      Spiace anche a me che tu non riesca a smaltire i post accumulati, ma la vita va avanti.
      Ricambio l'abbraccio di buon anno dalla Renania Palatinato.

      Elimina
  15. OT: caro Vincenzo noto che da tempo non fai più visita sui blogs dei tuoi amici che hanno contribuito a far conoscere il tuo spazio. È un vero peccato, davvero peccato. Ora che anche tu, finalmente, hai gente che ti fa visita gli altri non esistono più. Scusa per la considerazione e del fatto che non mi firmo ma l'amicizia va oltre certe cose. Buona continuazione e rifletti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho una mezza idea di chi tu possa essere, ma non completa, quindi non mi sbilancio.
      Non è esatto quel che tu dici, anche se può così apparire. La verità è che io rispondo per cortesia a chiunque venga sul mio blog, e questo mi porta via molto tempo, perché sono un tantino pasticcione e forse anche indolente. Ma da settembre sto scrivendo un romanzo che mi occupa per tutto il resto del tempo.
      Poi, dal 13 di novembre mi è cascata sulla testa qualcosa come 24 o 25 metri cubi d'acqua dal piano superiore, che si sono localizzati nelle pareti nord del mio appartamento ed anche in cucina, che sta a sud.
      Questo impedisce a me e a mia moglie di far normale uso di questa mia povera casa; pensa che io sto con la mia scrivania in corridoio, davanti alla porta di ingresso e puoi capire con quanto amore io mi sieda al PC, che è fisso e non portatile.
      Hai ragione: l'amicizia va oltre certe cose, ma sono in tanti che si trovano adesso nelle tue stesse condizioni.
      Non ho bisogno di riflettere, me ne dolgo già abbastanza da solo, e da adesso ancora di più.
      Comunque io al tuo posto mi sarei firmato, perché non farlo?

      Elimina