martedì 23 aprile 2013

SOLO UNA POESIA


Leggerti dentro gli occhi è come
scorgere i particolari di un paesaggio
sul far della sera attraverso
il finestrino bagnato di pioggia
di un treno che corre veloce.
Ascoltare le tue rare parole sussurrate
tra silenzi antichi e attese di nuovi silenzi,
aspettare che tu decida
la tua sorte e la mia con un semplice
movimento della tua testa
fieramente eretta
questo è l'ultimo compito rimastomi
e l'attesa mi toglie il respiro, 
ma l'incertezza riesce
a donarmi una goccia di speranza.

16 commenti:

  1. Alla faccia del "solo".
    Grazie per questo ennesimo piccolo regalo! :)
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un grandissimo abbraccio a te, amico mio.

      Elimina
  2. beh, per adesso non è ancora finita male =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, e si continua a sperare, ma non voglio pensare che chi vive sperando muore disperato!

      Elimina
  3. Ciao Vincenzo!
    Guarda bene dentro gli occhi,magari l'attesa finisce
    :))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi avvicinerò il più possibile, bergafemmina!
      :))))

      Elimina
  4. Mamma mia Vincenzo,
    ma l'hai scritta davvero tu???
    È stupenda, mi son venute le lacrime agli occhi!
    È di una tenerezza infinita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per soggettiva e superba arroganza io pubblico solamente roba mia. Questa è stata scritta ieri poco dopo le 16, in seguito a un impulso, non chiedermi quale perché di solito le poesie sono punte di iceberg, che a volte intravedi altre no.
      Le lacrime agli occhi per la tenerezza? Grazie del complimento S.Pia.:))

      Elimina
  5. Bella ed intensa!Brabvo Vincenzo! Gli occhi sono lo specchio dell'anima!Un caro saluto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, gli occhi sono lo specchio dell'anima, ma a volte rimangono così ben socchiusi che non ci si vede nulla dentro; oppure -peggio- restano al di la dello schermo del PC e sono come muti per condanna.
      Un caro saluto a te.

      Elimina
  6. Immagini suggestive e senso profondo: l'attesa di un cenno di riscontro a cui appendere la speranza, per sapere se continua la vita.
    Ottimi versi, ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "L'attesa di un cenno di riscontro a cui appendere la speranza per sapere se continua la vita". Eccellente interpretazione, brava tu.
      Ciao.

      Elimina
  7. Ciao Vincenzo,ti lascio un saluto e ti dico grazie!

    RispondiElimina
  8. Ciao Vincenzo!!
    Tutto bene? :))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bestens, dicono i crucchi, cioè al meglio.
      :)))

      Elimina