sabato 8 marzo 2014

UN MANTELLO SULLE SPALLE



La luce opaca di un lampione al posto della luna
in questa notte di nuvole senza pioggia;
la voglia di svuotare le sagrestie
di tutti i santi, di spaccare crocifissi
perché non serve a niente credere
e non vale la pena lasciare
fumo in eredità.

Tutto si allinea e si appiattisce al suolo
quel che abbiamo tenuto sospeso
alitando calore d'amore ad ogni respiro.

Un mantello che penzola
in qualche parte del cielo è pronto
a scendere sulle mie spalle.






12 commenti:

  1. Che bella l'immagine di questo mantello. Lo vorrei, anzi lo voglio, trasparente, attraverso il quale si può vedere solo la verità, anche a costo di essere sbugiardata.
    Solo la buona fede si salva.
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parole sante le tue. La verità che attraversa spessi mantelli e coltri di buio, anche se a volte fa male e incrina rapporti, che la buona fede a volte non riesce a salvare, ma forse sono io troppo buonista con me stesso, e non è affatto bello.
      Ciao.

      Elimina
  2. Risposte
    1. Di non essere creduto.
      Grazie per il tuo "quasi".

      Elimina
  3. Ma la verità ha tante sfaccettature, dipende da che angolazione la si percepisce.
    Il confronto è l'unica via possibile per arrivare ad una verità quasi trasparente.
    Un abbraccio
    Xavier

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, il confronto è necessario per arrivare alla verità.Anche se a volte è doloroso.
      Un abbraccio di cuore XQ
      Enzo

      Elimina
  4. Spero riscaldi e conforti, quel mantello

    RispondiElimina
  5. a me quel "mantello" ha messo paura... mi fa' pensare ad altro, altro che riscaldare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci pensare Riccardì, ma so cosa vuoi dire. No, non è un mantello di legno, no!

      Elimina