giovedì 5 settembre 2013

GIULLARE DI DIO


Je suis seulement un histrion
sfuggito alle guardie di Dio
dopo che gli avevo sottratto una minuscola
cellula divina, eliminando
le mie tracce strada facendo in modo che
tutti gli intercettatori saliti dall'Inferno
mi perdessero di vista.

Danzavo e ballavo lassù, giullare di Dio,
al suono di magica musica
e facevo esercizi acrobatici
per il divertimento degli amici del Creatore
e delle loro donne zelanti.

Mi faceva cercare Lucifero per nuovi spettacoli osceni
insieme alle baldracche dei suoi ufficiali;
insomma tutti volevano avere il contributo
delle mie arti a disposizione durante
i loro banchetti. Per questo adesso
sono costretto a celare la mia identità
ricorrendo a trucchi pietosi: inganno vergini
pudibonde, mi infilo dentro le tonache
dei frati, sotto le gonne delle suore di clausura,
dentro le vesti da notte delle spose in attesa,
ma quanto a lungo durerà la mia fuga?

8 commenti:

  1. Certe fughe durano per sempre...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ma c'è dietro la fila degli inseguitori: se ne sente l'ansimare sempre più frequente, sempre più prossimo.

      Elimina
  2. Un istrione, un giullare, un incantatore, un animo palpitante, un cuore ardito e spregiudicato, un artista senza mezze misure che usa colori a forti tinte, parole vergate con impeto, come colpi che affondano nelle carni (proprie).
    E non si arrende mai...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh Nina! Quanto affetto nelle tue parole e quanta attenzione nella lettura. Me lo conferma quel tuo "proprie" messo tra parentesi.
      Non posso che ringraziarti.

      Elimina
  3. sempre la Nina di prima, ma è sparita la foto. Mistero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse perché la voce ti partiva dall'anima la foto era sparita...non ce n'era bisogno.

      Elimina
  4. Non fuggire più caro Vincenzo, accetta quel che viene con serenità.
    Davvero bella questa poesia, l'hai scritta da poco tempo?
    Ho letto il tuo libro di poesie, dono di Mari.
    Ormai il libreria sei in bella mostra, l'unico tra i tanti.
    Baci baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava, hai centrato il concetto della "fuga".
      Poesia scritta a Bibione il 3 settembre di quest'anno alle ore 19,15. Sono un perfezionista e alla fine metto data e ora.
      Hai letto "Te ne andrai domani"?
      Ti ha soddisfatto?
      Me ne compiaccio.
      Ricambio.

      Elimina